Acquamarina

insegna a distinguere l’amico dal nemico

Mineralogia: L'acquamarina appartiene alla famiglia del berillo. Si forma in rocce pegmatite se il magma è sufficientemente ricco di berillo. Mitologia: Il nome 'acquamarina' risale al periodo rinascimentale, mentre il berillo(il minerale) verde -blu e' noto fin dai tempi più' antichi. Vecchie leggende narrano che essa insegnerebbe a distinguere il vero dal falso, come l'amico dal nemico; sempre secondo la tradizione, assicurerebbe benessere, buona memoria e chiarezza mentale. Spirito: favorisce la crescita interiore, la lungimiranza, la preveggenza e la medianità. Rende sinceri , perseveranti, dinamici ed assicura successo. Livello fisico: Armonizza l'attivitàà dell’'ipofisi e della tiroide, regolando la crescita e l'equilibrio ormonale. Inoltre, migliora la vista ed attenua l'eccessiva reattività del sistema immunitario. E' indicata, pertanto, nei disturbi che riguardano quest'ultimo e nelle allergie, particolarmente nel raffreddore da fieno. Impiego: L'acquamarina può essere tenuta a contatto del corpo per periodi anche lunghi. Nel caso di dolore agli occhi, dovrà essere posta direttamente sulle palpebre.

Agata

pietra protettiva

Mineralogia: L’agata si forma in ambiente idrotermale, in rocce vulcaniche povere di acido silicico. Mitologia: L’agata rivestiva presso popoli antichi il significato di pietra protettiva e di portafortuna. Spirito: L'agata promuove i bisogno di introspezione; determina una pacata visione del mondo ed aiuta a trovare dentro di sé la risposta alle proprie domande. Essa inoltre facilita l'analisi critica delle proprie esperienze, promuovendo la crescita spirituale, oltre alla stabilità ed al realismo. Livello fisico: L'agata svolge una funzione simile a quella dell'aura umana, sia perché serve da protezione per l'intero organismo, sia perché ha un effetto armonizzante e stabilizzante per l'intero corpo. Essa, inoltre, favorisce la rigenerazione e la crescita, svolgendo anche una funzione di protezione durante la gravidanza. Impiego: Nel caso di specifici problemi fisici, sarà opportuno ricorrere ad un agata la cui forma richiami quello dell’organo in questione. La pietra dovrà quindi essere tenuta a diretto contatto con la pelle sulla zona interessata. Se si vuole influenzare il livello psicologico - mentale, sarà sufficiente mantenere l'agata all’'interno del proprio campo visivo.

Amazzonite

pietra che proviene dalla terra delle donne

Mineralogia: L'amazzonite è un microclino di colore verde. Può essere di origine magmatica, di origine secondaria (originato da sedimenti) o metamorfica (da scisti cristallini). Mitologia: Era nota come 'roccia amazzonica’, a causa della sua somiglianza con la nefrite che, secondo gli Indios del Rio Negro proveniva dalla 'Terra delle donne'. Spirito: Rafforza la capacità di prendere decisioni. Aiuta il soggetto a liberarsi dall'idea di essere vittima di un destino crudele ed immodificabile, e lo stimola a prendere in mano le redini della propria esistenza. Livello fisico: Elimina i disturbi metabolici a livello del fegato. Agisce rilassando e sciogliendo gli spasmi muscolari, compresi quelli che possono verificarsi nel corso del parto. Concorre, inoltre, a rafforzare il sistema nervoso ed è utile nei disturbi celebrali. Armonizza le funzioni dell'ipofisi e della ghiandola del timo, regolarizza il sistema vegetativo e gli organi interni. Un ulteriore suo effetto è quello di attenuare i problemi cardiaci causati da eccessiva preoccupazione. Impiego: E' consigliabile portarla addosso, adagiarla sul corpo o assumerla sotto forma di essenza.

Ambra

la prima pietra preziosa della storia

Mineralogia: L'ambra è una resina fossile che nel corso di milioni di anni ha subito un processo di 'invecchiamento' ed una graduale mineralizzazione. Mitologia: L'ambra è stata la prima pietra preziosa della storia. Da oltre 7000 anni viene usata come pietra terapeutica ed amuleto. Spirito: L'ambra favorisce lo sviluppo di una natura solare nel soggetto, che anche se sulle prime può apparire arrendevole, dispone in realtà di una elevata consapevolezza di se stesso. Inoltre, essa rende spontanei ed aperti, anche se al tempo stesso tradizionalisti. Livello fisico: Allevia i disturbi allo stomaco, alla milza e ai reni, nonché le dermatiti prodotte da un cattivo metabolismo. E' utile, inoltre, nei casi di problemi alle articolazioni, rafforza le mucose ed aiuta la dentizione nei bambini. Impiego: I migliori risultati sono conseguibili attraverso un impiego lungo e frequente. Appesa ad una catenina per bambini, questa pietra si rivela utile quando viene di tanto in tanto portata anche dalla madre (la quale potrà in questo modo registrare le informazioni rilevanti).

Ametista

”che non può essere ubriacato”

Mineralogia: L'ametista appartiene alla famiglia dei quarzi cristallini e deve il suo colore alla presenza nel reticolo cristallino di tracce di ferro. Il minerale si forma tramite un processo idrotermale nel magma vulcanico. Una cavità rivestita di cristalli di ametista viene denominata drusa di ametista. Mitologia: Il nome 'ametista' proviene dalla Grecia antica e significa 'che non può essere ubriacato' (a-methystos). Infatti, già a quei tempi questo minerale era noto ed apprezzato per la sua capacità di favorire la lucidità mentale. Nel medioevo, Konrad von Megenberg affermava che l'ametista "è un minerale in grado di rendere desto e vigile l'uomo, scacciando i pensieri negativi ed astrusi e conferendo equilibrio e buon senso". Spirito: Stimola la consapevolezza spirituale e facilita la presa di coscienza della realtà dell'anima. Rafforza il senso di giustizia, la capacità critica e conferisce onestà e rettitudine. Come pietra meditativa, si rivela utile perché esalta la capacità introspettiva, rivelando al soggetto la sua saggezza interiore. Livello fisico: L'ametista agisce attenuando i dolori e le tensioni, soprattutto quelle collegate ad emicranie, a ferite ed a gonfiori (questi ultimi diminuiscono rapidamente). Risolve i disturbi degli organi di origine ectodermica; è utile perciò, nelle malattie riguardanti il sistema nervoso, i polmoni, le vie respiratorie e la pelle. Nell'intestino regola la flora batterica ed il riassorbimento dei liquidi. Impiego: Per ottenere effetti duraturi sul piano spirituale, il soggetto dovrebbe portare costantemente con sé l’ametista, oppure, dovrebbe contemplarla regolarmente.

Calcedonio

pietra degli oratori

Mineralogia: Il calcedonio blu è un quarzo puro e fibroso. Il suo colore azzurro è dovuto alla diffusione luminosa, prodotto dai piccolissimi cristalli in esso contenuti: il famoso “effetto Tyndall”, a seguito del quale si sa che la componente rossa della luce viene assorbita e quella blu riflessa. Mitologia: Il calcedonio rappresenta presso gli antichi gli elementi dell’ acqua e dell’ aria. In quanto tale, era considerato un simbolo magico delle condizioni atmosferiche ed al tempo stesso, un antidoto per le affezioni ad esse collegate: raffreddori, influenze, disturbi circolatori etc. Veniva anche associato al processo della comunicazione, rappresentato dall' aria ed era infatti, considerato la pietra degli oratori. Spirito: Il calcedonio blu rappresenta entrambi gli aspetti della comunicazione: la capacità di ascoltare e di capire, oltre a quella di farsi capire. Esso fa crescere il desiderio di contatto con gli uomini, gli animali, le piante e tutti gli esseri viventi. Così come si armonizza perfettamente con l'ambiente in cui viene collocato, allo stesso modo, questo minerale rafforza la capacità di adattamento dell'individuo, riducendo le sue eventuali resistenze nei confronti del cambiamento, senza che questo comporti una rinuncia alla sua identità. Livello fisico: Il calcedonio blu guarisce le affezioni dell'apparato respiratorio, come i raffreddori o i disturbi prodotti dal fumo.

Corallo

scaccia gli spiriti maligni

Mineralogia: Il corallo è un materiale di origine marina che cresce soltanto in acque limpide, non inquinate e non soggette a fenomeni di marea. Mitologia: Il corallo vanta una storia antichissima in cui un insieme di leggende esalta le sue presunte virtù terapeutiche e scaramantiche che trovano riscontro sia nella cultura orientale che in quella occidentale. Ha svolto un ruolo importante nei riti religiosi e magici in tutte le isole del Pacifico ed è considerato un amuleto contro il malocchio. Veniva spesso messo sulle tombe a protezione dei defunti per impedire che vengano occupati dagli 'spiriti maligni' e usato per la costruzione dei templi insieme alla pietra lavica. Il corallo è stato usato per migliaia di anni nelle magie relative ai bambini. Se donato a un bambino ne garantisce la salute futura. Le donne dell'antica Roma portavano monili di corallo per attirare gli uomini. Candele rosse o rosa circondate da pezzi di corallo venivano accese per attirare l'amore. Spirito: Il corallo stimola l'energia vitale e la vitalità elimina gli squilibri energetici dovuti a stati d'animo negativi, apre il cuore con la forza dell'amore ed è considerato la pietra della sessualità e dell'affetto. E' portato anche per favorire i cambiamenti interni. Livello fisico: Tutti i coralli svolgono un'azione purificante e rafforzante. Il corallo aiuta la circolazione linfatica e del sangue, particolarmente indicato per chi soffre di anemia, è ideale per rafforzare la colonna vertebrale, per favorire la solidità delle ossa e per sciogliere i blocchi articolari. Impiego: Per ottenere effetti duraturi sul piano spirituale si consiglia di portare il corallo sempre con sé a stretto contatto con la pelle. Si può mettere un pezzo di corallo sotto il cuscino per tenere lontano gli incubi.

Corniola

facilita la coagulazione del sangue

Mineralogia: la corniola è un calcedonio contenente ferro, che si forma nelle rocce vulcaniche. Mitologia: Nell'antichità la corniola era nota come sarda. Hildegard Von Bingen (scrittrice , filosofa e scienziata del medioevo) distinse per prima fra la varietà colore arancio e quella bruna. Alla corniola nel medioevo veniva attribuita la facoltà di facilitare la coagulazione del sangue e di calmare l'ira. La Von Bingen ne consigliava l'impiego contro il mal di testa e per facilitare il parto. Spirito: La corniola promuove nell'individuo stabilità e senso di appartenenza. Lo rende idealista ed altruista e lo spinge ad investire le sue energie in difesa di ciò che ritiene giusto. Livello fisico: Facilita l'assimilazione delle vitamine, delle sostanze nutritive e dei minerali da parte dell'intestino tenue, migliorando così la qualità del sangue. Di questo, inoltre, garantisce un buon afflusso agli organi interni ed ai tessuti. Attenua i reumi e stimola i processi metabolici. Impiego: Va tenuta a contatto con la pelle.

Cristallo di rocca

poteri magici

Mineralogia: Il cristallo di rocca è un cristallo incolore e trasparente. Si forma nei filoni o, mediante processo idrotermale, nelle druse e nelle crepe. Mitologia: I Greci credevano che il cristallo di rocca fosse ghiaccio formatosi a bassissima temperatura. Presso tutte le culture, esso è sempre stato considerato un minerale dai poteri magico terapeutici, cui si ricorreva per cacciare demoni e malattie, e per infondere forza ed energia. Le sfere fatte di questo materiale erano impiegare per predire il futuro. Spirito: Il cristallo di rocca rende sinceri ed imparziali, rafforzando la capacità di comprendere gli altri. Allo stesso tempo, consente di mantenere le proprie posizioni e di affermare la propria natura più profonda. Livello fisico: Rivitalizza le zone insensibili, fredde e rigide. Riequilibra le funzioni del cervello, rafforza i nervi e stimola le ghiandole. Il cristallo di rocca, infine, infonde energia ed attenua gli stati febbrili, i dolori e le nausee. Impiego: Il cristallo di rocca può essere usato sia da solo che per rafforzare l'azione di altre pietre.

Diaspro

pietra dei guerrieri

Mineralogia: Il diaspro è un quarzo compatto, nel quale sono presenti inclusioni di diverse sostanze estranee. Mitologia: il termine diaspro è di origine orientale e, nell'antichità designava quello che oggi chiamiamo quarzo. In Egitto essi erano usati come amuleti, dalla forma di scarabeo, mentre in epoca medioevale erano considerati le pietre dei guerrieri. A questo proposito, la leggenda racconta che nel pomo della spada di Sigfrido vi fosse incastonato un diaspro. Spirito: Il diaspro favorisce l'affermarsi di un'indole combattiva e tenace, aiutando l'individuo a perseguire sino in fondo i propri scopi. A questo riguardo, il diaspro rosso è la versione più dinamica; il giallo, quella più rasserenante; il verde quella più armoniosa. Livello fisico: Stimola la circolazione dell'energia dell'organismo (rosso). Attiva il sistema immunitario (giallo) e svolge una funzione disintossicante ed antinfiammatoria (verde). E' utile nelle malattie dell'apparato genitale, o nei problemi digestivi ed intestinali. Impiego: deve essere portato a contatto con la pelle

Ematite

pietra del sangue

Mineralogia: L'ematite può avere più origini. Se è di origine primaria, essa si forma tramite processo idrotermale, se di origine secondaria si forma nella zona di ossidazione dei giacimenti di ferro, se di origine terziaria, si forma in massicci giacimenti metamorfici, grazie all'eliminazione dell'acqua dai sedimenti di limonite. Mitologia: L'ematite era già impiegata a fini terapeutici nell'antico Egitto ed in Babilonia, per stimolare la produzione del sangue e per accelerarne la coagulazione. Veniva usata nello stesso modo anche nel medioevo e per questo motivo, ricevette il nome di 'pietra del sangue'. Spirito: Rafforza la voglia di vivere dell'individuo e lo induce a migliorare le condizioni della sua esistenza. Livello fisico: Migliora l'assimilazione del ferro da parte dell'intestino tenue e stimola la produzione dei globuli rossi. In tal modo, determina un aumento dell'apporto di ossigeno a tutti i tessuti dell'organismo, con un conseguente miglioramento delle condizioni generali di salute dell'individuo. Impiego: Si consiglia di portarla con sé, tenendola a diretto contatto con la pelle o all’occorrenza, di adagiarla sul corpo.

Fluorite

sostituto delle pietre preziose

Mineralogia: La fluorite può essere indifferentemente di origine primaria, secondaria o terziaria. I suoi giacimenti più importanti, tuttavia sono quelli di origine magmatica. Mitologia: La fluorite è nota come 'spato fluido' dalla metà del XVIII secolo. Non a caso la fluorite, analogamente al quarzo ed al vetro colorato, veniva utilizzata come sostituto delle pietre preziose. Spirito: La fluorite promuove la libertà di pensiero di chi vuole vivere autonomamente la propria vita. A questo riguardo, essa rende consapevoli delle eventuali interferenze esterne, che potrebbero impedire il raggiungimento di tale obbiettivo ed aiuta a neutralizzarle. Tende a far assumere all'individuo un atteggiamento radicale e poco propenso ai compromessi, specialmente quando si trova davanti a palesi ingiustizie. Al tempo stesso lo aiuta a ristrutturare la propria esistenza e ad adottare uno stile di vita in cui trovano posto sia la stabilità che la dinamicità. In linea di massima, la fluorite rende creativi e fantasiosi, esaltando il desiderio di libertà. Livello fisico: Stimola la rigenerazione della pelle e delle mucose, soprattutto per quanto riguarda le vie respiratorie ed i polmoni. E' utile per prevenire l'eventuale insorgenza di tumori e per evitare che una ferita diventi purulenta. Rafforza ossa e denti. Attenua i rischi di deformazione durante il processo di crescita, evitando l'insorgere di problemi posturali. Rende agili e flessibili contrastando gli stati di rigidità ed i problemi alle articolazioni, inclusi quelli collegati all'artrite. Stimola l'attività del sistema nervoso, ed in particolare quella del cervello, alleviando le allergie di origine psicosomatica. Impiego: Basterà portarla sempre con sé

Giada

un portafortuna

Mineralogia: Con il nome di giada venivano in passato designate la giadeite e la nefrite due minerali aventi caratteristiche alquanto simili. Oggi si definiscono giade. Mitologia: La giada è stata considerata per millenni, soprattutto in estremo oriente, un portafortuna. Si ricavano da essa infatti, molti amuleti. Presso le culture d'America e Asia, era nota per i suoi effetti benefici sui reni. Spirito: Spinge l'individuo a realizzare se stesso, a considerarsi un essere di natura spirituale, ed a condurre la sua vita in modo indipendente. Livello fisico: Stimola l'attività renale, mantenendo nel giusto equilibrio acqua, sali, acidi e basi. Svolge anche una funzione stimolante sul sistema nervoso e sulle ghiandole surrenali, rendendo i riflessi particolarmente pronti. Impiego: Può essere portata addosso dal soggetto, o adagiata sul corpo. Per stimolare l'attività onirica, si consiglia di porla a contatto con la fronte.

Granato

pietra degli eroi

Mineralogia: Il granato rappresenta un gruppo di minerali, i cui membri sono così eterogenei dal punto di vista chimico da essere considerati minerali distinti da alcuni studiosi. Hanno tutti la stessa origine, formandosi principalmente per metamorfosi di scisti cristallini . Mitologia: il granato corrisponde al medioevale carbonchio, la pietra cui la leggenda attribuiva la facoltà di risplendere nell'oscurità. All'epoca di fatto, si riteneva che il carbonchio potesse donare la luce e speranza alle anime che si trovano nell'oscurità. Veniva anche considerato la pietra degli eroi, di coloro che erano disposti ad affrontare severe prove per verificare il proprio coraggio. Questa credenza popolare era forse basata sul fatto che il granato grezzo aveva un aspetto insignificante, ma diveniva molto bello, una volta lavorato. Questa trasformazione era considerata come una metafora del processo di crescita dell'individuo che, affrontando prove e difficoltà, poteva trasformarsi in un luminoso essere, spiritualmente maturo. Durante le guerre medioevali, il granato veniva posto sugli scudi e sul pomo delle spade con una funzione protettiva, e sugli amuleti, come portatore di felicità e ricchezza. Spirito: Il granato aiuta l'individuo ad uscire da quelle situazioni che sembrano senza via di uscita. E' la pietra più adatta nei momenti di crisi, in cui il crollo dei propri valori e delle proprie speranze, genera una situazione di grande difficoltà esistenziale. Non a caso divenne di moda nel periodo del primo dopoguerra. Il granato aiuta l'individuo a svolgere i suoi compiti quotidiani. Rafforza il fuoco interiore, il desiderio di affermarsi, e la capacità di collaborare con gli altri così importante per vivere in armonia nella propria comunità. Esso, infine, spinge l'individuo a guardare al di là del suo ristretto orizzonte individuale, per impegnarsi a favore dell'interesse collettivo. Livello fisico: Il granato rafforza il potere di rigenerazione dell'organismo. Elimina i blocchi energetici, stimola il metabolismo ed equilibria la composizione dei fluidi organici, in particolare del sangue. Stabilizza la circolazione e rafforza il sistema immunitario; facilita l'assimilazione delle sostanze nutritive da parte dell'intestino ed accelera la guarigione di ferite interne ed esterne. Impiego: Il granato può essere portato addosso come pietra decorativa montata su collane, bracciali e medaglioni.

Labradorite

antidoto contro le illusioni

Mineralogia: La labradorite è un feldspato che si forma nelle pegmatiti o nei magmi basici. I suoi colori brillanti sono dovuti alla sua struttura lamellare, che determina la rifrazione della luce incidente. Mitologia: La labradorite fu scoperta nel 1770 nella penisola di Labrador nel nord d'America. Spirito: La labradorite è un eccellente antidoto contro le illusioni. Così come i riflessi della sua superficie mettono in risalto i più svariati colori, allo stesso modo essa mette in evidenza i nostri scopi e le nostre intenzioni, permettendoci di vedere la reale natura. Rafforza l'intuizione e la medianicità. Livello fisico: La labradorite attenua la sensazione di freddo. E' indicata per le malattie di raffreddamento, per i reumatismi e per la gotta. E' utile, inoltre, per abbassare la pressione e può agire come tranquillante. Impiego: Gli effetti della labradorite si manifestano maggiormente quando la si porta con sé e la si tiene a contatto con il corpo.

Lapislazzuli

pietra dell’amicizia

Mineralogia: Il lapisalzzuli si forma nel corso della metamorfosi del calcio in marmo. La presenza del ferro determia la formazione di inclusioni piritiche color oro. Mitologia: Il termine ‘lapis lazulo’ deriva dal persiano e significa pietra azzurra. Spirito: Promuove saggezza ed onestà spingendo ad affermare la propria verità interiore. Aiuta ad essere se stessi senza compromessi ed esitazioni. Grazie ad essa "l'uomo e' sempre Signore del suo regno (spirituale)." E' anche nota come pietra dell'amicizia. Livello fisico: Indicata per i disturbi della laringe, corde vocale, e della regione del collo in generale soprattutto quando prodotti dalla collera repressa. Inoltre, produce un abbassamento della pressione, regola il funzionamento della tiroide e regolarizza il ciclo mestruale. Impiego: Si consiglia di portarlo al collo appeso ad una catenina

Legno

oggetto di culto già 4.300 anni orsono

Mineralogia: Il legno sepolto può pietrificarsi quando viene sottoposto all'azione della silice che circola nei sottosuoli in soluzioni acquose che ne sostituisce le molecole una ad una. A seconda delle condizioni, le fibre vegetali si trasformano in quarzo o più raramente, in opale. Mitologia: il legno silicizzato era oggetto di culto già 4.300 anni fa in epoca etrusca, come provano i reperti trovati all'interno dei templi di tale civiltà. Altri popoli ritenevano che esso provenisse da ossa giganti e che fossero strumento degli dei e lo utilizzavano a fini magico-rituali. Oggi viene impiegato negli ambienti esoterici come ausilio per facilitare il ricordo delle vite precedenti. Spirito: Aiuta a sviluppare un sentimento di appartenenza nei confronti dell'intero pianeta. Genera la sensazione di trovarsi al momento giusto nel posto giusto. Livello fisico: Stabilizza la salute, stimola il metabolismo, placa il nervosismo, procura senso di benessere ed aiuta nell'obesità, che spesso è il prodotto di mancanza di contatto con la terra, intesa come realtà. Impiego: Deve essere portato addosso.

Magnetite

pietra di ferro

Mineralogia: La magnetite è un ossido la cui presenza di ferro è pari al 72% del suo peso. Mitologia: Il nome deriva dalla città di Magnesia ad Sipylm, nei pressi del monte Sipilo in Asia Minore, dove si trovava in grandi quantità ai tempi degli antichi Greci, i quali erano a conoscenza del fenomeno del magnetismo. Molte altre civiltà antiche conoscevano l'esistenza della magnetite, come gli Assiri e gli Egizi, e ne facevano uso terapeutico per curare le nevralgie, i crampi e i mal di testa. La magnetite, altrimenti detta 'pietra di ferro'. Spirito: La magnetite è una pietra di attrazione per l'amicizia e l'amore. La magnetite è usata per superare i contrasti nelle relazioni favorendo la comunicazione e la sua funzione principale è quella di placare la collera. E' legata al campo magnetico terrestre e quindi connette con le energie della terra e dona senso di appartenenza alla realtà delle cose: è indicata per chi ha la testa tra le nuvole. Incrementa la forza di volontà e accresce l'autostima. Livello fisico: La magnetite è una pietra di guarigione usata soprattutto per i dolori articolari, il mal di testa, il mal di schiena e le ferite in generale. Stimola l'energia del corpo a partire dalla base sacrale lungo la spina dorsale e dona immediato effetto rilassante e vitalizzante. Impiego: La magnetite deve essere scaricata spesso sotto l'acqua corrente. Si consiglia di portare la magnetite sempre a stretto contatto con la pelle per brevi periodi. In casa, quando ci sono situazioni di tensione, si dovrebbe mettere una magnetite nella stanza in cui si vive di più per smorzare gli eccessi e ritrovare l'equilibrio.

Malachite

pietra del paradiso

Mineralogia: La malachite è una roccia secondaria, che si forma nella zona di ossidazione dei giacimenti cupriferi, grazie all'azione delle acque di superficie che sottraggono alla roccia il rame. Mitologia: La malachite è sempre stata considerata un simbolo della figura femminile e in tutte le culture è stata utilizzata per onorare qualche Dea. La malachite rappresenta la seduzione, la sensualità, la bellezza, la curiosità , il senso estetico e le arti musicali. Era considerata la pietra del paradiso. Già nel medioevo si riteneva che fosse in grado di alleviare i problemi mestruali e facilitare il parto. Per questa ultima ragione, essa e' tutt’oggi conosciuta come la "pietra delle ostetriche". Spirito: Promuove il senso estetico, la sensualità, l'amore per la bellezza, lo spirito d'amicizia e di giustizia. Aiuta a mettersi nei panni degli altri per meglio comprendere i loro pensieri e il loro sentimenti. Riduce la timidezza e stimola la sete della conoscenza. Rende la vita intensa e avventurosa. Fa sviluppare nell'individuo il gusto del rischio spingendolo ad avere fiducia nella buona sorte. Essa infine, rende il soggetto più consapevole, facendogli prendere conoscenza dei propri desideri, bisogni ed ideali, e del fatto che è in suo potere realizzarli. Livello fisico: Ha un'azione antispastica. E' di utile impiego nei disturbi mestruali, e rende più facile il parto. Può contribuire allo sviluppo degli organi femminili guarendo le loro possibili affezioni. Analogamente, può contribuire alla soluzione dei problemi di natura sessuale, in particolare se risultanti da passate esperienze negative. Infine, essa stimola la funzionalità del fegato, agisce come disintossicante, attenua i reumi, riduce l'acidità dei tessuti e promuove l'attività nervosa e celebrale. Impiego: Per godere al meglio dei benefici effetti della malachite, è sufficiente portarla con sé oppure poggiarla periodicamente sul corpo.

Marmo

simbolo di ricchezza, gloria e splendore

Mineralogia: Il marmo è una roccia metamorfica, in genere 'monominerale', in quanto costituita esclusivamente da calcite. Si forma per la metamorfosi del calcare che, avvenendo ad alte pressioni e temperature, determina l'aggregazione in grosse unità di minutissimi cristalli di cui il minerale è costituito. Questo fenomeno conferisce al marmo la sua tipica lucidità ed il suo aspetto granuloso. Mitologia: Il termine marmo, dal greco, "pietra bianca", era anticamente usato per designare "quelle pietre che riescono gradite a causa delle loro macchie e del loro disegno". Dell' odierno marmo ci e' pervenuto pertanto ben poco dalla tradizione, se si eccettua la facoltà attribuitagli di mutare il dolore in gioia ed il fatto che è sempre stato considerato simbolo di ricchezza, gloria e splendore. Spirito: Il marmo aiuta l'individuo a superare la rassegnazione, rendendolo più' dinamico ed attivo. Livello fisico: Migliora l'utilizzo del calcio da parte dell'organismo. Impiego: Il marmo mostra la sua efficacia anche quando viene utilizzato in una abitazione come materiale da costruzione. I suoi effetti , però, si rivelano più potenti quando viene tenuto a diretto contatto del corpo.

Apatite

rende leali verso gli altri

Mitologia: In passato veniva sovente confusa con altri minerali (berillo e calcite). Solo nel 1786 fu identificata e ricevette l’attuale nome che , significativamente, deriva dal greco ‘apatao’ , ingannare. Spirito: L’apatite rende leali ed aperti verso gli altri. Produce un aumento dell’estroversione, della motivazione e delle pulsioni, spingendo l’individuo a vivere una vita più completa. Livello fisico: Stimola l’appetito, mobilita le riserve energetiche e induce la rigenerazione delle cellule, specialmente quelle delle cartilagini, delle ossa e dei denti. E’ indicata quindi, nell’artrosi, nel rachitismo, nei dolori articolari e fratture. Impiego: L’apatite deve essere tenuta a stretto contatto con il corpo. Per alleviare i dolori e accelerare la calcificazione delle ossa fratturate, deve essere applicata sulla zona interessata.

Avventurina

trasforma i sogni in realtà

Mitologia: Il suo nome deriva dall’italiano ‘ a ventura’, che si riferisce alle scagliette micacee apparentemente distribuite ‘a caso’ sulla sua superficie. Spirito: L’avventurina aiuta il soggetto a comprendere cosa può renderlo felice, rafforzando in tal modo la sua individualità e la sua capacità di prendere decisioni. Lo aiuta ‘a sognare’ e a trasformare i suoi sogni in realtà. Livello fisico: Favorisce la rigenerazione del muscolo cardiaco. Stimolando il metabolismo dei grassi, abbassa il livello del colesterolo nel sangue. In questo modo, previene l’arteriosclerosi e gli infarti. Possiede inoltre un’azione antinfiammatoria, allevia le dermatiti e le allergie e rafforza i tessuti connettivi. Svolge infine un’azione antidolorifica. Impiego: Può essere indossata per lunghi periodi come pietra ornamentale montata su medaglioni, anelli o bracciali. Nel caso di disturbi acuti, deve essere posta direttamente a contatto della regione interessata.

Conchiglia

involucro protettivo dell’essere vivente

Storia: Nella preistoria, prima che nascessero forme codificate di religione, le conchiglie avevano grande importanza come amuleti, simboli propiziatori legati alla fecondità e alla vita. In questa simbologia che coinvolge l’acqua e la vita, complice il collegamento tra il ciclo riproduttivo di numerose specie di molluschi marini ed il plenilunio (a sua volta collegato alla data del parto), la conchiglia è vista in primo luogo come involucro protettivo dell’essere vivente e, nel Rinascimento, associata al concepimento per via dell’analogia conchiglia-perla. Uno dei valori simbolici più diffusi della conchiglia è proprio quello direttamente legato al sesso femminile; esiste anche il collegamento al simbolismo pagano nel quale le cappesante sarebbero un frutto con presunti effetti afrodisiaci, credenza che favorì la nascita del mito di Afrodite. Per questa ragione, probabilmente, presso molte popolazioni native (anticamente anche dell’area mediterranea), le donne portavano ornamenti con cipree per scongiurare l’infertilità ed i futuri mariti offrivano doni (spesso con forme falliche) di queste conchiglie come pegno nuziale. Le conchiglie sono state impiegate per molti scopi: gli uomini hanno usato le conchiglie come strumenti, strumenti musicali, contenitori, armi, soldi, decorazioni, ecc. Le stesse conchiglie sono anche utilizzate come fonti battesimali e acquesante in alcune chiese. Le popolazioni africane da circa 5.000 anni usano le conchiglie di ciprea come moneta.

Crisoprasio

Il divino amore per la verità

Mitologia: Presso gli antichi, il crisoprasio era associato alla dea Venere. Esso rappresentava, tuttavia, non tanto la sensualità o l’attrazione dell’altro sesso, quanto “il divino amore per la verità”, come molto dopo ebbe a dire il mistico e visionario Emmanuel Swedenborg. Questa associazione, in ogni caso, rientrava in quel senso di giustizia che caratterizzava l’immagine di Venere. Spirito: Il crisoprasio fa sentire il soggetto parte di un ordine superiore. Lo rende consapevole della presenza dello spirito e gli fa volgere lo sguardo verso tutto ciò che appare come una manifestazione del divino. Favorisce una visione ingenua del mondo, nella quale angeli custodi e spiriti protettori convivono tranquillamente con il pensiero logico razionale. Infine, promuove lo sviluppo della pazienza, permettendo all’individuo di accettare di buon grado che la verità può essere facilmente raggiungibile. Livello fisico: Svolge un’azione disintossicante, permettendo di eliminare quei metalli e quelle sostanze normalmente difficilmente eliminabili. Attività del fegato viene fortemente stimolata e le malattie derivanti da uno stato di intossicazione possono in questo modo essere curate. Il crisoprasio allevia su questa base i sintomi di parecchie dermatiti ; esso, infine può essere utile per ripristinare la fertilità nella donna. Impiego: Può essere portato a lungo addosso come pietra ornamentale, non importa se montato su di una collana, bracciale o un medaglione. In alternativa può essere applicato direttamente alla regione interessata.

Lava

essenza magica

Mineralogia: Lava è il nome che viene dato al magma vulcanico dopo ha perso i gas e gli altri componenti volatili sotto pressione che lo permeavano. Il termine "lava" si riferisce sia alla roccia allo stato fuso che fuoriesce in seguito ad una eruzione, che alla stessa roccia una volta che si è solidificata dopo il raffreddamento. La pietra lavica è un materiale dalle caratteristiche uniche: durevole, indistruttibile, resistente agli sbalzi termici. Il prodotto, previa ceramizzazione, non si macchia, non si unge, resiste al calcare e non necessita di particolare manutenzione. La pietra naturale tende al grigio, smaltandola è possibile ottenere qualsiasi tipo di colorazione. Anche i formati, le dimensioni e le decorazioni sono personalizzabili. Il basalto lavico risulta dal processo di solidificazione della lava sulla superficie dell’Etna. Nell'Ottocento i gioielli in pietra lavica erano molto richiesti dai viaggiatori che visitavano Napoli e Pompei e desideravano un ricordo del Vesuvio che rimandasse anche all’eruzione di Pompei e Ercolano. Proprietà: contatto con la Pietra Lavica è un'antica Arte, utilizzata già in passato. L'applicazione del calore emanato ha sempre prodotto enormi benefici a livello fisico: il calore scioglie le tensioni muscolari; miglioramento nella mobilità; delle articolazioni; diminuzione della stanchezza. Dal punto di vista emozionale e spirituale si aggiunge un equilibrio energetico generale che induce: riduzione dello stress e degli stati d'ansia. Il beneficio che si sprigiona dalla Pietra Lavica crea un'intensa armonia e un flusso di energie che aiutano a raggiungere uno stato di calma o di meditazione. Questi Gioielli attraverso il design esclusivo esaltano la loro origine mediterranea permettendo alla Pietra Lavica di manifestare la sua essenza magica di materiale senza tempo.

Quarzo citrino

attrae ricchezza

Mitologia: Gli antichi credevano che il quarzo citrino fosse la materializzazione del Sole e gli attribuivano grandi poteri. Nel Medioevo era usato come amuleto per attrarre ricchezza e buona fortuna negli affari e nel lavoro. Psiche: Il quarzo citrino è una riserva inesauribile di energia e lavora sul plesso solare fino a trasformare la nostra anima. Emana calore e conforto, rafforza la nostra aura e agisce come una calamita attraendo verso chi lo porta il meglio sul piano materiale e il più nobile sul piano spirituale. Il quarzo citrino aumenta l’autostima e la fiducia in se stessi. Promuove il senso di individualità, la sicurezza e il coraggio di vivere. Chiarisce il pensiero, favorisce il confronto con il prossimo e aiuta la risoluzione dei conflitti. Dona una maggiore capacità di espressione, stimola l’attività cerebrale e migliora l’attenzione. Il quarzo citrino infonde gioia e rende dinamici, aiuta a superare la depressione, riporta tranquillità e pace, fa emergere il bisogno di cambiamento di nuove esperienze e la volontà di realizzazione personale. È consigliato alle persone indecise, tendenti alla riflessione più che all’azione. Livello fisico: Il quarzo citrino stimola la digestione e sollecita il metabolismo favorendo l’attività dello stomaco della milza e del pancreas. Rafforza il sistema nervoso e immunitario. Favorisce il funzionamento dei reni e previene la formazione dei calcoli. Ha un’azione disintossicante. Impiego: Per ottenere effetti visibili sul piano fisico e spirituale si consiglia di portare la pietra con sé a stretto contatto con la pelle

Quarzo citrino

attrae ricchezza

Mitologia: Gli antichi credevano che il quarzo citrino fosse la materializzazione del Sole e gli attribuivano grandi poteri. Nel Medioevo era usato come amuleto per attrarre ricchezza e buona fortuna negli affari e nel lavoro. Psiche: Il quarzo citrino è una riserva inesauribile di energia e lavora sul plesso solare fino a trasformare la nostra anima. Emana calore e conforto, rafforza la nostra aura e agisce come una calamita attraendo verso chi lo porta il meglio sul piano materiale e il più nobile sul piano spirituale. Il quarzo citrino aumenta l’autostima e la fiducia in se stessi. Promuove il senso di individualità, la sicurezza e il coraggio di vivere. Chiarisce il pensiero, favorisce il confronto con il prossimo e aiuta la risoluzione dei conflitti. Dona una maggiore capacità di espressione, stimola l’attività cerebrale e migliora l’attenzione. Il quarzo citrino infonde gioia e rende dinamici, aiuta a superare la depressione, riporta tranquillità e pace, fa emergere il bisogno di cambiamento di nuove esperienze e la volontà di realizzazione personale. È consigliato alle persone indecise, tendenti alla riflessione più che all’azione. Livello fisico: Il quarzo citrino stimola la digestione e sollecita il metabolismo favorendo l’attività dello stomaco della milza e del pancreas. Rafforza il sistema nervoso e immunitario. Favorisce il funzionamento dei reni e previene la formazione dei calcoli. Ha un’azione disintossicante. Impiego: Per ottenere effetti visibili sul piano fisico e spirituale si consiglia di portare la pietra con sé a stretto contatto con la pelle

Zoisite

stimola la rigenerazione delle cellule

Mitologia: La zoisite venne scoperta alla fine del XVIII secolo, presso la località di Kaernten. Deve il suo nome al collezionista di minerali, barone von Zois. Spirito: Aiuta il soggetto ad emanciparsi dai condizionamenti impostigli dall’esterno, mettendolo in grado di realizzare le proprie idee ed aspirazioni. Permette di trasformare in costruttivi gli atteggiamenti distruttivi. Livello fisico: E’ indicata nei disturbi dell’apparato sessuale, sia maschile che femminile. Sviluppa la fertilità, svolge un’azione disintossicante sui tessuti, riduce iperacidità e le infiammazioni. Stimola la rigenerazione delle cellule e rafforza il sistema immunitario. Impiego: Deve essere tenuta in contatto con il corpo, o applicata alla regione da curare, per lunghi periodi. I suoi effetti si manifestano lentamente e, pertanto, solo con una terapia di lunga durata si potranno ottenere i risultati desiderati.

Rubino

pietra del sole

Mineralogia: Il rubino si forma nelle rocce magmatiche particolarmente ricche di alluminio come il granito, la sienite e le pegmatiti. Appartiene alla famiglia del corindone, e deve il proprio colore rosso al cromo in esso contenuto. Mitologia: Il rubino (dal latino “rubeus”, rosso) era definito dalle antiche culture europee e indiane ‘pietra del sole’, in quanto simbolo di forza vitale, di fuoco interiore, d’amore e di passione. Spirito: Genera slancio e dinamismo. Rende impulsivi e passionali in amore, senza però far cadere in tendenze autodistruttive. Livello fisico: Svolge una benefica azione sulla milza, sulle surrenali e sulla circolazione. Aiuta a reagire ale infezioni, per esempio, quelle intestinali, ed induce la febbre come controreazione. Impiego: Può essere utilizzato come gemma in anelli, collane e bracciali. In alternativa, può essere portato a contatto della regione pubica, alla quale dona energia e potere.

Occhio di Tigre

amuleto contro sortilegi e demoni

Mineralogia: L'occhio di tigre proviene dall'occhio di falco. Si forma per ossidazione delle fibre di crocidolite in questo contenute e la loro trasformazione in limonite. L'occhio di tigre è quindi, una varietà di quarzo contenente limonite. Colore: Iride della tigre - oro scuro Mitologia: I riflessi simili a quelli della seta prodotti dalle fibre della limonite ricordano da vicino quelli di un occhio. E' da ciò che deriva sia il nome della pietra, che l'antica convinzione che essa abbia effetto benefico sugli occhi. Ad essa veniva attribuita anche una funzione protettiva, infatti nel medioevo la si usava come amuleto contro sortilegi e demoni. Spirito: Aiuta a superare momenti di difficoltà ed a non perdere il coraggio e la fiducia in se stessi. Livello fisico: Svolge azione antidolorifica. Rallenta flusso energetico del corpo rivelandosi efficace contro stati di ipereccitazione. Impiego: Dato che questa pietra tende a rallentare il flusso energetico del corpo il suo uso terapeutico non dovrebbe essere protratto per più di una settimana.

Onice

ti aiuta a realizzare te stesso

Mineralogia: L’onice è una varietà di calcedonio, il cui colore nero è prodotto dalla presenza di inclusioni di ferro e carbonio. Mitologia: Nel medioevo era considerata la pietra della sventura, della tristezza e della paura. Si pensava che producesse allucinazioni e litigiosità. Ha ancora oggi una reputazione negativa ed è infatti, soprannominata 'pietra degli egoisti'. Spirito: L'onice aiuta l'individuo a realizzare se stesso, spingendolo a perseguire incessantemente i propri obbiettivi; pertanto, è particolarmente adatto per coloro che tendono facilmente a farsi influenzare. Livello fisico: Migliora l'udito e guarisce la malattie che interessano l'orecchio. Stimola la funzionalità dei nervi afferenti ed efferenti, ed e' indicato per la vista debole. Rafforza il sistema immunitario nei confronti delle manifestazioni infettive. Impiego: deve essere portato a lungo con sé, in quanto la sua azione si manifesta solo lentamente.

Ossidiana

scaccia i demoni

Mineralogia: L'ossidiana è un vetro vulcanico di vario chimismo, dovuto al repentino raffreddamento di lave per lo più ricche di silice. L'ossidiana viene anche chiamata 'vetro di roccia' o 'vetro vulcanico'. Mitologia: L'ossidiana è una delle più antiche pietre da culto della storia umana. Già durante l'età della pietra, si producevano con essa dei sonagli che trovavano impiego per scopi ritualistici. Nell'antichità si credeva che essa fosse in grado di scacciare i demoni; nel medioevo veniva utilizzata nei riti magici; i sacerdoti Maya usavano specchi di ossidiana a scopi divinatori. Secondo le antichissime prescrizioni, essa veniva impiegata per guarire le ferite ed attenuare il dolore. Da essa l'uomo ricavò le sue prime armi. Deve il suo nome attuale ad Obsius, il romano che, secondo i resoconti di Plinio, la scoprì nel territorio dell'odierna Etiopia. Spirito: L'ossidiana aiuta il soggetto a ristabilire la propria integrità, facendogli vedere i lati oscuri della propria personalità, e spingendolo a trasformarli. In questo modo l'individuo diventa il "guerriero senza macchia", spiritualmente libero ed invulnerabile. Grazie a questa nuova saggezza, le sue facoltà latenti si sviluppano, ed egli impara a vedere sempre meglio la verità, fino a divenire chiaroveggente. Livello fisico: L'ossidiana attenua il dolore, riduce le tensioni e scioglie i blocchi energetici. Accelera la guarigione delle ferite, bloccando la perdita di sangue e stimolando la rigenerazione dei tessuti. Stimola la circolazione del sangue, ed è perciò indicata nel caso di mani o piedi cronicamente freddi. Impiego: A livello spirituale e psicologico, l'ossidiana può essere impiegata come pietra meditativa, o più semplicemente basta portarla con sé.

Peridoto, Olivina, Crisolito

pietra depurativa

Mineralogia: Trascinato dal magna eruttivo, spesso il peridoto raggiunge la superficie, dove può essere trovato in granuli all'interno della roccia vulcanica ospite. Mitologia: Il peridoto veniva impiegato in Egitto come pietra depurativa o terapeutica, già nel secondo millennio prima di Cristo . Nelle antiche scritture, come il Vecchio Testamento, esso veniva spesso definito topazio. Possiamo quindi desumere che il 'topazio' portato dai grandi sacerdoti di quel periodo fosse probabilmente il peridoto. In età medioevale era impiegato per cacciare gli spiriti malvagi, per sviluppare la saggezza e promuovere lo spirito dell'amicizia. Spirito: Aiuta il soggetto a sottrarsi alle influenze esterne, permettendogli di vivere fino in fondo la propria vita e di imparare, così, dalle proprie esperienze. Livello fisico: Svolge una forte azione disintossicante e rivitalizzante. Stimola la funzionalità del fegato e della cistifellea oltre a promuovere il metabolismo nel suo complesso. E' utile nei casi di disturbi alla pelle. Impiego: Deve essere tenuto a contatto con la pelle o applicato nella regione del fegato.

Perla

energia lunare ed acquatica

Mineralogia: Madreperla prodotta da molluschi. Le perle sono gemme organiche create quando un'ostrica copre un corpo estraneo con bellissimi strati di madreperla. Mitologia: Tempo fa, le perle erano importanti strumenti finanziari, comparabili, per il prezzo, alle proprietà immobiliari, poiché bisognava cercare migliaia di ostriche per una sola perla. Esse erano rare perché create solo a caso. Spirito: Fin dall'antichità la perla è collegata all'energia lunare ed a quella acquatica, nonché alla femminilità. Equilibra le emozioni, calma e rasserena, ma, usata con bassa integrità morale e con rabbia, sortisce un "effetto boomerang" su chi la usa. Cura le febbri, le infiammazioni ghiandolari, le infezioni e rafforza le unghie. Impiego: Si consiglia di indossare regolarmente le perle

Perla di cristallo (Swarovski)

gioiello magico che da ricchezza e saggezza

Mineralogia: Il cristallo Swarovski è composto da vetro e piombo. Mitologia: Il cristallo e le perle di cristallo, per la magia che emanano, sono citati frequentemente in leggende provenienti dal tutto il mondo e in epoche diverse. Nella tradizione cinese, il Drago è spesso rappresentato con una perla in bocca o tra le gambe. Questa perla chiamata Chintamani, è un gioiello magico che dà ricchezza e saggezza a chiunque la possiede. Rimanere affascinati dalle perle di cristallo non è difficile, la loro luce, i colori che emanano dalle sfaccettature, la trasparenza hanno il potere di attrarre chiunque vi si avvicini, comprese le persone che non amano portare i gioielli. Proprietà: Le proprietà delle perle di cristallo sono da attribuire al color della pietra preziosa che cercano di emulare. La lucentezza dona gioia di vivere e respinge le negatività.

Pietra Di Luna

associata con la luna

Mineralogia: La pietra di luna è un feldspato potassico su cui, a causa della struttura interna lamellare, la luce incidente si rifrange. Mitologia: Come il nome indica, questo minerale è associato alla luna. Esso perciò è sempre stato tradizionalmente collegato alla sfera dell'intuizione, dei sentimenti, del cuore e della fertilità. Presso le culture orientali ed europee, veniva usato come amuleto o portafortuna. Spirito: Stimola le facoltà medianiche e preveggenti del soggetto. Produce sogni lucidi, soprattutto durante la fase del plenilunio. Livello fisico: Stimola la ghiandola pineale o terzo occhio (ci porta ad intuire la reazione tra esteriorità e interiorità) rendendola più sensibile alla luce, armonizza il ciclo ormonale. Impiego: Meglio collocarla sulla fronte per lo spirito. Sul cuore per l'aspetto psicologico…in alternativa e' sufficiente portarla con sé.

Pirite

pietra focaia

Mineralogia: Gli aggreganti di pirite comprendenti cristalli sono in genere di natura idrotermale. Mitologia: Il termine 'pirite' significa 'pietra focaia' ed infatti se percossa questa pietra sprigiona scintille, come già era noto nell'Era della Pietra, quando veniva utilizzata per accendere il fuoco. Poiché si pensava che contenesse realmente del fuoco al suo interno, venne per lungo tempo usata per la produzione di amuleti o a fini terapeutici, come pietra in grado di riscaldare. Spirito: Fa prendere coscienza della propria vera natura e pone in luce sia i lati positivi, che quelli negativi della propria indole. Livello fisico: Fa luce sui quadri clinici poco chiari, consentendo di individuare le cause. In particolar modo, 'i soli di pirite' svolgono un'azione antidolorifica. Impiego: La pirite deve essere tenuta a diretto contatto con la pelle solo per breve tempo alla volta.

Quarzo rosa

sprigiona armonia e positività

Mineralogia: Il quarzo rosa si forma nelle pegmatiti (rocce) giovani. Mitologia: Il quarzo rosa è stato considerato per secoli la pietra della fertilità. Si era soliti impiegarlo inoltre, per disturbi cardiaci e per tutto ciò che, anche in senso figurativo, è legato al cuore. Spirito: Rende il soggetto al tempo stesso calmo e deciso. Senza farlo diventare arrendevole, lo convince che è meglio essere elastici che rigidi. Lo spinge, inoltre, ad essere generoso ed aperto, a vivere in modo positivo e costruttivo. Livello fisico: Agisce favorevolmente sull'irrorazione sanguigna dei tessuti. Rafforza il cuore e gli organi sessuali e migliora la fertilità. Impiego: Il quarzo rosa è efficace portandolo con sé.

Sodalite

Mineralogia: La sodalite si forma principalmente nelle rocce poco silicee o nelle vulcaniti, come ad esempio la trachite. Mitologia: Il nome significa pietra di sodio. La sodalite è nota da circa 200 anni, ma non si hanno informazioni tradizionali circa il suo impiego in campo terapeutico. Spirito: Promuove l'idealismo e stimola il desiderio di verità. Permette di riconoscere ed esaminare senza falsi pudori quegli aspetti di sé che si preferirebbe tenere normalmente nascosti. Consente di vivere la propria vita secondo i propri desideri, rimanendo fedeli a se stessi. Livello fisico: E' indicata nei disturbi della gola, della laringe e delle corde vocali. Ha un'azione calmante, abbassa la pressione sanguigna e regola l'equilibrio dei liquidi organici. Impiego: Può essere utilizzata come pietra decorativa montata su collane, bracciali o medaglioni. Perché i suoi effetti si manifestino, deve essere portata a lungo con sé.

Sugilite

pietra simbolo della New Age

Mineralogia: La sugilite si forma tramite processo primario, delle pegmatiti basiche. E' molto rara e a tutt'oggi è stata individuata solo in due miniere, in Giappone e in Sudafrica. Mitologia: la sugilite è stata identificata per la prima volta nel 1944 in Giappone. Il suo nome deriva da quello del suo scopritore, Il Dott. Kenichi Sugi. Nonostante si sia cominciato a usarla come pietra terapeutica solo dagli inizi degli anni '80, essa è diventata molto rapidamente la pietra simbolo della 'New Age'. Spirito: Aiuta a rimanere fedele ai propri principi e a vivere conformemente alla propria verità interiore, senza scendere mai a compromessi. Livello fisico: Ha un'azione calmante sui nervi e sul cervello ed agisce come analgesico. E' indicata nei casi di epilessia e nei disturbi motori. Impiego: Deve essere portata con sé. In caso di dolore è opportuno applicarla direttamente alla zona interessata. In alternativa, si po’ tenere anche in mano.

Tormalina

simbolo della saggezza

Mineralogia: La tormalina è un minerale primario che si forma nelle plutoniti ed in particolare, nelle pegmatiti, generando grossi e variopinti cristalli. Colore: tutti nelle più svariate combinazioni e varietà di tormalina: dravite, elbaite, indicolite, rubellite, verdelite, tormalina nera, uvite. Mitologia: La tormalina era nota presso gli antichi, pur essendo spesso confusa con altre gemme a causa dei suoi colori. Solo nel XVIII secolo fu definito "simbolo di quella saggezza, che rimane luminosa anche di fronte alle vicissitudini del destino" (Bernardo Caesius). Nella tradizione araba era ritenuta un simbolo del sole, in grado di rafforzare il cuore e di proteggere dagli incubi. Spirito: Ogni tormalina possiede un ampio spettro di azione, che riflette la grande complessità chimica di questa pietra. Le versioni policrome riuniscono in sé le proprietà di più varietà. Aiuta a fondere spirito, mente, emozioni e corpo in un’armoniosa unità, dalla quale si sviluppano saggezza e creatività. Rafforza la capacità di pensare in modo autonomo. Promuove inoltre, la fiducia, il senso morale e l'amore per la verità. Livello fisico: La tormalina stimola il metabolismo, oltre che l'attività della ghiandola endocrina e del sistema immunitario. Rafforza la capacità rigenerativa di cellule, tessuti e organi; si rivela utile anche nei casi di tensioni croniche e dermatosi. Impiego: Può essere portata con sé o applicata direttamente alle zone interessate.

Turchese

pietra in grado di avvertire

Mineralogia: E' un minerale secondario che si trova di solito in masse compatte nelle crepe delle rocce alluminifere e che si forma per alterazione quando queste possiedono un alto contenuto di rame. Mitologia: il turchese ha ricevuto il proprio nome dalla Turchia, terra nella quale detto minerale venne per la prima volta scoperto dai crociati. Presso parecchie culture esso era utilizzato come amuleto contro sortilegi di ogni tipo e per garantire a chi lo indossasse forza, salute e gioia di vivere. Secondo la leggenda, il turchese era in grado di avvertire il suo proprietario dell'avvicinarsi di un eventuale pericolo. Spirito: Aiuta il soggetto a riconoscere le cause alla base degli eventi della sua vita, cause che lui stesso ha generato e che non tarderanno a far sentire i propri effetti. L'individuo impara, così, a prendere nelle sue mani le redini del proprio destino. Livello fisico: Neutralizza gli stati d’iperacidità e attenua i reumi, la gotta, i problemi allo stomaco e le infezioni virali. Promuove il processo della crescita. Produce l'aumento della forza muscolare, dell'energia, della facoltà rigenerativa, dell'attività celebrale e della sensibilità. Riduce il dolore, gli spasmi, le infiammazioni e agisce da disintossicante. Impiego: Deve essere tenuta a contatto col plesso solare.

Vetro

protegge senza imprigionare

Secondo un'antica leggenda fenicia, tramandata da Plinio, alcuni mercanti, tornando dall'Egitto con un grosso carico di carbonato di soda, si fermarono una sera sulle rive del fiume Belo per riposare. Non avendo pietre a disposizione su cui collocare gli utensili per la preparazione delle vivande, presero alcuni blocchi di salnitro e vi accesero sotto il fuoco che continuò a bruciare per tutta la notte. Il mattino i mercanti videro con stupore che al posto della sabbia del fiume e del carbonato di soda vi era una nuova materia lucente e trasparente. Il vetro, infatti, nasce dalla combinazione della silice, minerale contenuto nelle sabbie dolci, combinata con il carbonato di calcio e fusi insieme grazie alla presenza di una sostanza alcalina, la soda. “La magia del vetro… protegge senza imprigionare… stare in un posto e poter vedere ovunque, avere un tetto e vedere il cielo… sentirsi dentro e sentirsi fuori contemporaneamente… un' astuzia, nient'altro che un’astuzia…s e lei vuole una cosa e però ne ha paura non ha che da mettere un vetro in mezzo… tra lei e quella cosa… potrà andarle vicinissimo eppure rimarrà al sicuro… Non c'è altro… io metto pezzi di mondo sotto vetro perché quello è un modo di salvarsi… si rifugiano i desideri, lì dentro… al riparo dalla paura… una tana meravigliosa e trasparente… “

Alessandro Baricco